Ultimo accesso molto tempo fa

Fotografo Matteo Braghetta

Roncade, Italia 

Da 2 anni su MyWed
Parlo italiano, inglese
https://lh3.googleusercontent.com/QzmdCXNG-YybuahPNFuHyvGbfpQ65TP4bUjEZ3ne7XDShNpzAKR0FpyrtBX05y6-_it4oAwps0hAZ9Bf2Sx3inZ9 Roncade, Italia 100 EUR Matteo Braghetta +39 345 465 8876
  • Come sei entrato nell'industria della fotografia?

    Sono un appassionato di fotografia che ha iniziato ad emozionarsi ai matrimoni degli amici, per poi impugnare la fotocamera per congelare le emozioni più vere della giornata.

  • Secondo te, quali sono le componenti più importanti di una bella foto?

    Trovo che la spontaneità di un attimo rubato al fragore della festa sia il miglior ingrediente di una bella fotografia.

  • Ti piace viaggiare?

    Adoro viaggiare, come chiunque ama esplorare nuovi luoghi e lasciarsi sorprendere dalla meraviglia della scoperta

  • Che cosa ti piace di più nella tua professione?

    Ciò che mi ha portato a diventare un fotografo professionista di matrimonio è il desiderio di raccontare delle storie bellissime, ricche di significato e dall'alto tasso di coinvolgimento emotivo.
    Ogni servizio è un'esperienza totalmente nuova, e trovo che emozionarsi insieme agli sposi sia una delle sensazioni più belle per un professionista.

  • Che cosa ti piace di meno nella tua professione?

    Sono un entusiasta per definizione, ed al momento non ci sono degli aspetti della mia professione che mi piacciono meno di altri.
    Fare questo lavoro è un privilegio.
    Emozionarsi mentre lo si fa è ciò che mi spinge a cercare sempre di migliorarmi.

  • Quale sarà il futuro della fotografia?

    La fotografia di matrimonio continuerà ad evolvere, e sarà influenzata, come ogni altra corrente fotografica, dalle mode.
    Ma ciò che non cambierà mai sarà la necessità di raccontare delle storie in grado di emozionare.
    Se quello sarà sempre il vero obiettivo del fotografo matrimonialista, tutto il resto sarà in secondo piano.

  • Come gestisci la critica?

    La critica fa parte del gioco.
    So di non poter piacere a tutti, e va bene così, lo accetto ed anzi, l'ho fatto mio. Trovo molto più interessante piacere ad un gruppo e soddisfarlo al 110%, piuttosto che piacere a molti ma con risultati mediocri.

  • Hai qualche tabù professionale?

    Si.
    Uno.
    La desaturazione selettiva.
    O per farla più semplice, fotografie in bianco e nero con un dettaglio a colori, o viceversa.
    Non mi piace, è più forte di me!

  • Che formazione professionale segui per fare fotografie migliori?

    Il percorso di formazione, di fatto, non ha mai fine.
    Frequento workshop dedicati alla postproduzione digitale, seminari di fotografi matrimonialisti internazionali, esploro le nuove "scoperte" e le faccio mie, per migliorare continuamente.

  • Il lavoro di chi ha avuto la maggiore influenza su di te come fotografo?

    Potrei citarne moltissimi, ma su tutti Cristiano Ostinelli e Rino Cordella.

  • Domani vado a fare...

    Un servizio pre-matrimoniale, per conoscere meglio gli sposi prima del grande evento e ridere di gusto immaginando la faccia degli amici più stretti quando vedranno le foto!