Ultimo accesso 3 settimane fa

Fotografo Emanuele Guadagno

Roma, Italia 

Da 5 anni su MyWed
Parlo italiano, spagnolo, inglese
https://lh3.googleusercontent.com/YcXhAcUip-c1UYXatbwXc2jsRlemTdyb8Xa3QUcUsgFG71RCKO2eCLR4HtvGw6Nppus5IILD7EhNHG6ehuhnidJmQw Roma, Italia 200 EUR Emanuele Guadagno +39 340 802 0267
  • Sei fotogenico?

    Amo farmi fotografare, ma difficilmente mi ritengo soddisfatto.Sono molto autocritico.

  • Come sei entrato nell'industria della fotografia?

    Ho iniziato a scattare fotografie di matrimonio in Repubblica Dominicana nel 2011. Lavoravo li come fotografo ed un giorno mi venne proposto di affiancare un fotografo per un servizio matrimoniale. E' stato amore a prima vista e non ho più lasciato questo settore.

  • Secondo te, quali sono le componenti più importanti di una bella foto?

    La spontaneità.
    Ovviamente non è l'unica componente. Il fotografo dovrà essere di sicuro all'altezza del compito affidatogli, ma ritengo che una professionista una foto la sappia fare.Ciò che realmente cambia l' immagine è il soggetto. Più naturale e spontaneo sarà, più la fotografia risulterà vera.

  • Ti piace viaggiare?

    Adoro viaggiare. Prima lo facevo in continuazione, ora con il lavoro un po meno. Ma comunque due o tre volte l anno, stacco la spina e volo via.

  • Che cosa ti piace di più nella tua professione?

    Le persone. Il rapporto che si instaura con loro e la fiducia che ti danno scegliendo te per un servizio. Il matrimonio viene una volta sola. Essere scelti per raccontare quel giorno è un grande privilegio.

  • Che cosa ti piace di meno nella tua professione?

    L'ignoranza. Vediamo molte persone che, essendo in possesso di uno smartphone o di una macchinetta pensano di poter fare il nostro lavoro. La trovo una grande mancanza di rispetto.

  • Quale sarà il futuro della fotografia?

    Sono uno che crede nel futuro,soprattutto nella tecnologia. Mi aggiorno continuamente e sono sicuro che la fotografia di matrimonio continuerà a d aggiornarsi sempre di più.

  • Cosa c'è di speciale nel genere di fotografia in cui sei specializzato?

    E' unica.Raccontano una giornata che non tornerà.

  • Come gestisci la critica?

    Siamo giovani. Questo ci da la possibilità di assimilare tutto ciò che ci viene detto sia in negativo che in positivo. Le critiche specialmente, ci aiuteranno a crescere e a migliorare.

  • Ci sono determinate tendenze nella fotografia?

    Dico la verità, noi siamo decisamente controtendenza. Spesso veniamo contattati da persone o fotografi che cercano di farti vedere o sentire quanto loro siano capaci o preparati. Noi da parte nostra siamo distanti da queste persone. Abbiamo imparato direttamente sul campo, saltando la teoria.

  • Quali criteri dovrebbe utilizzare un cliente per scegliere un fotografo?

    Empatia.
    E' la cosa fondamentale.Dopo aver visto il sito internet, il portfolio ed aver apprezzato le fotografie la cosa principale è capire se la persona è quella giusta. Come dico sempre, " Scegliereste mai un fotografo che vi sta antipatico? "

  • Che cosa non è ammesso durante la ripresa fotografica?

    Da parte nostra non è ammesso uno scatto fatto male. Per fatto male si intende con persone dietro, o magari sfocato, storto, non corretto insomma.

  • Quali dettagli, che solitamente passano inosservati, riesce a notare un fotografo?

    Abbiamo mille occhi quel giorno. I dettagli soprattutto. Le mani degli sposi, gli anelli, le scarpe, possono diventare soggetti per scatti unici.

  • Che cosa influisce sul valore di una foto? Quali sono le sue componenti?

    Partiamo dal presupposto che il gusto è pura soggettività.
    Comunque credo che una fotografie con un impostazione corretta, pulita, e magari con dettagli o espressioni naturali dai un valore unico allo scatto.

  • Secondo te, chi può essere considerato simbolo del XXI secolo?

    Fotograficamente non saprei. Come detto prima la fotografia è soggettiva.

  • Chi vorresti fotografare?

    Mi piacerebbe scattare matrimoni di diverse culture. Indiani magari.

  • Hai qualche tabù professionale?

    Non, non direi.

  • Con chi vorresti fare una sessione di ripresa fotografica?

    Non saprei.

  • Che cosa ti fa preoccupare e perché?

    Mi preoccupa e, credo di parlare un po per tutti, il fatto di non essere compreso fotograficamente al 100%. Questo per via di molti ciarlatani che magari, o per nome, o perché economicamente influenti, riescono ad arrivare a più persone e ad ottenere più lavoro anche se nettamente inferiori.

  • Qual è stato il momento più impressionante della tua vita?

    2008. Il mio arrivo in Repubblica Dominicana. E' dove ho lasciato il cuore.

  • Chi ti ispira nella vita e perché?

    Magari la risposta è ovvia ma sono i miei genitori. Senza di loro, non ci sarebbe, professionalmente parlando, neanche il 10 % di ciò che c'è oggi.

  • Come puoi definire il successo? Come si misura?

    Avere successo vuol dire, secondo me, esser stati capiti. Cioè essere apprezzati e quindi lavorare perché i tuoi scatti, il tuo lavoro piace e non perché magari costa meno di altri.

  • Preferiresti essere amato o rispettato?

    Secondo me quando si è amati si è anche rispettati.

  • Qual è stato il più grande errore che hai commesso nel lavoro?

    Fidarmi della persona sbagliata, all'inizio di tutto.

  • Preparandoti per partire, che cosa metteresti in valigia e perché?

    Macchina fotografica,per ovvie ragioni, smartphone per condividere e restare i contatto e un buon libro.

  • Tra i gadget che possiedi, c'è qualcosa che vorresti non aver comprato? Perché?

    Sono uno che compra di tutto, e poi magari se ne pente. Quindi, parecchia roba.

  • Che formazione professionale segui per fare fotografie migliori?

    mi documento tantissimo ma lo faccio da autodidatta. Internet e libri soprattutto.

  • Il lavoro di chi ha avuto la maggiore influenza su di te come fotografo?

    Fotograficamente diciamo che spazio tantissimo. Quindi non ho un guru, ma tantissimi. Ognuno riesce a colpirmi magari con uno scatto che metto in cassaforte e tiro fuori al momento opportuno.

  • Qual è l'unica cosa che vorresti aver saputo iniziando a scattare foto?

    Saper gia scattare foto ; )

  • Che cosa vuoi dire con le tue fotografie?

    Voglio dire che la naturalezza è la prima delle caratteristiche. E che anche se sembra semplice, non lo è affatto.

  • Qual è la tua motivazione per continuare a scattare fotografie?

    Voglio continuare perché credo di saperlo fare abbastanza bene, e perché è ciò che amo fare.

  • Pensi che i tuoi genitori avrebbero dovuto essere più o meno severi?

    Secondo me non hanno sbagliato nulla. Sono stati severi quando serviva e mi hanno lasciato andare quando è stato il momento, anche se ha voluto dire vedermi partire per 8 anni.

  • Se potessi tornare nel passato, che cosa faresti in modo diverso?

    L'inizio. Lo affronterei, parlo da imprenditore, in maniera del tutto diversa.

  • Che cosa pensi della vita su altri pianeti?

    Penso che non siamo soli.

  • Chi sono i tuoi eroi?

    La mia famiglia.

  • Per chi non hai rispetto?

    L' ignoranza.

  • Che cosa fai nel tuo tempo libero?

    Mi tengo molto impegnato, diciamo che nel poco tempo libero che ho viaggio.

  • Quale lato di te non è mai visibile al pubblico?

    L'ansia. Sto sempre attentissimo che tutto vada bene.

  • Quando ti senti completamente soddisfatto dal tuo lavoro?

    Beh mai. O meglio, alla fine di un servizio mi sento soddisfatto ma due ore dopo gia inizio a capire cosa poteva andare meglio.

  • Credi nei ruoli tradizionali di donne e uomini?

    No, credo che siamo tutti uguali anche nei ruoli. Ho una fidanzata che lavora tutto il giorno ed io invece lavoro a casa, quindi... sono io a fare la lavatrice!

  • Fai facilmente amicizia?

    Si, decisamente.

  • Dove ti piacerebbe vivere?

    Repubblica Dominicana

  • Qual è stata la cosa più stupida che hai accettato di fare?

    Comprare un locale, che poi non andò.

  • Esiste la vita dopo il matrimonio?

    Certo.

  • Hai uno scherzo preferito? Raccontacelo.

    Non saprei. Una volta, sempre per via del mio precedente lavoro ero a Marsa Alam, in Egitto. Avevo il numero di una pizzeria di Sharm el Sheik. Chiamai a nome di un mio amico di lì e gli feci consegnare 25 pizze alle 3 di notte.

  • Ti piacciono i cani o i gatti?

    Molto, piu i cani però.

  • Chi o che cosa odi?

    Odio i falsi. E chi non mantiene ciò che dice.

  • La cosa migliore nella vita è:

    Essere Felici.

  • La cosa più fastidiosa nella vita è:

    Essere infelici.

  • C'è qualcosa intorno a te che vorresti cambiare?

    Il mio paese. Piu vado avanti più vedo quanto l'italia venga degradata sempre piu quando invece come potenziale è uno dei paesi migliori del mondo.

  • Che cosa vorresti cambiare in te stesso?

    Faccio molta fatica ad essere organizzato.Vivo con agende,calendari applicazioni varie. Vorrei imparare ad usarle meglio, per me ovviamente.

  • Che cosa vorresti cambiare nel mondo?

    Vorrei dare più voce al popolo.

  • Puoi dare alcuni consigli ai fotografi alle prime armi?

    Di iniziare e non fermarsi. E' solo questione di tempo prima che si accorgano di voi, e quando succederà sarà bellissimo vedere la fiducia e la stima che vi sarete guadagnati da loro. E' un lavoro con una responsabilità enorme ma che, proprio per questo, darà enormi soddisfazioni.

  • Se gli alieni dovessero arrivare sulla Terra e tu fossi la prima persona ad incontrarli, che cosa diresti?

    Siete sposati?

  • Se dovessi essere invitato a girare un film, di che genere sarebbe?

    Sarebbe una serie tv.

  • Domani vado a fare...

    La spesa.